Dieta Dukan: Schema, le Fasi, le Controindicazioni

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on Pinterest

Cos’è la dieta Dukan

dieta dukan2

Tecnicamente la dieta Dukan scaturisce come la risultanza di una particolare tipologia di approccio nutrizionale che si basa sull’uso delle proteine. La dieta Dukan, infatti, si basa sull’eliminazione totale dei carboidrati e degli zuccheri. È da notare che, seppure ai giorni d’oggi la dieta Dukan sia conosciuta e seguita a livello planetario, rimane pur sempre oggetto di pesanti critiche per via di alcuni possibili squilibri alimentari che la dieta Dukan potrebbe causare.

Questa dieta porta il nome della persona che l’ha inventata, cioè il noto dietista e nutrizionista di nazionalità francese Pierre Dukan. Secondo la storiografia inerente questa originale tipologia di dieta, il medico Pierre Dukan, nato ad Algeri nel 1941, incominciò a teorizzare un particolare tipo di approccio riguardante la problematica del sovrappeso verso la seconda metà del secolo scorso.

Fu, infatti, nel 1975 che ipotizzò, per contrastare l’obesità come pure il sovrappeso, che fosse opportuno ricorrere ad una dieta avente un basso contenuto da sviluppare in pasti di ridotte quantità. Nacque così la nota dieta Dukan, dieta che il suo ideologo sviluppò in quattro fasi e cioè l’attacco, la crociera, il consolidamento e la stabilizzazione.

Agli inizi del secolo in corso Pierre Dukan in suo libro, intitolato “Je ne sais pas maigrir”, raccolse tutte le sue ricerche. Ben presto il suo volume divenne un best seller. Per dovere di cronaca è però corretto rammentare che il dottor Pierre Dukan venne ad essere radiato nel 2012 dall’Ordine dei Medici. Una vicenda che ancora oggi è avvolta dalle tenebre e dai misteri.

Grazie all’invenzione della dieta Dukan, il medico franco-algerino aveva ottenuto fama e gloria, conquistando molte celebrità, come, per esempio, lo stesso presidente francese François Hollande, la duchessa di Cambridge nonché consorte del principe William, Kate Middleton, ma anche una moltitudine di semplici cittadini di ogni parte del mondo. All’epoca dei fatti fu lo stesso Pierre Dukan a richiedere il provvedimento, senza mai fornire una spiegazione reale.

Di certo il guru del dimagrimento aveva scatenato gelosie e invidie da parte di molti suoi colleghi al punto di accusarlo apertamente di aver violato il codice deontologico per via dell’esercizio della professione medica praticata a fini commerciali. In ogni caso è una vicenda dalle tinte in chiaro/scuro che potrebbe anche divenire l’interessante trama di una storia noir tipicamente francese che vede coinvolti lobby, interessi personali e perfino istituzioni politiche, considerando il fatto che ministero dell’Istruzione francese lo accusò di aver fatto “discriminazione fisica senza saperlo” a seguito della proposta di Dukan di dare dei voti supplementari a tutti gli studenti che pervenivano all’esame di maturità con un indice di massa corporea normopeso.

Come si articola la dieta Dukan

dieta dukan4

Il metodo elaborato dal celebre medico Pierre Dukan si articola sulla proposta di una dieta sana che si ricollega per certi aspetti al periodo primordiale dell’essere umano, quando la dieta era basata principalmente sulla filosofia di vita cacciatori/raccoglitori.

La dieta Dukan propone una dieta che comprende 100 alimenti, di cui 72 sono di provenienza animale e 28, invece, provengono dai vegetali. Si può mangiare quanto si vuole, fintanto che si tiene fede a quei cento alimenti. Ma oltre a ciò, la dieta Dukan si articola sul fatto di non dover tener conto alcuno del conteggio delle calorie, dei carboidrati o di altri valori nutrizionali in una qualsiasi delle quattro fasi.

Non per nulla la dieta Dukan si articola e si concentra sulle proteine a basso contenuto di grassi, compresi i prodotti lattiero – caseari non grassi. Pierre Dukan ha sempre sostenuto che il concentrarsi sul basso contenuto di grassi sia la cosa migliore da fare per salvaguardare e preservare il benessere del cuore.

Fra i 100 alimenti ammessi nella dieta Dukan vi sono:

  • i volatili e le carni magre
  • i frutti di mare e i pesci
  • le proteine vegetali
  • i latticini a basso apporto di grassi
  • le verdure

Per cui, fra i vari alimenti che si potranno utilizzare vi sono, tanto per citarne alcuni:

  • la bistecca di manzo
  • il coniglio
  • la faraona
  • il tacchino
  • l’orata
  • il pesce spada
  • il salmone
  • l’aragosta
  • gli scampi
  • il granchio
  • il tofu
  • la ricotta
  • lo yogurt
  • una ampia scelta di verdure come la carota, il cavolo, il pomodoro, gli spinaci.

Le quattro fasi della dieta Dukan

dieta dukan5

La dieta Dukan è formata da quattro fasi denominate l’attacco, la crociera, il consolidamento e la stabilizzazione.

L’ATTACCO – Durante la prima fase, l’attacco, si possono mangiare tutte le proteine magre. Oltre a ciò in questa fase la dieta Dukan prevede anche un cucchiaino e mezzo di crusca di avena e di bere almeno sei bicchieri di acqua al giorno.

LA CROCIERA – Nella cosiddetta fase di crociera, che può anche durare alcuni mesi, si può aggiungere una quantità illimitata di verdure non amidacee e un mezzo cucchiaio extra di crusca di avena.

IL CONSOLIDAMENTO – Nella terza fase della dieta Dukan, quella del consolidamento, si potranno introdurre i carboidrati, come, per esempio, il riso, la pasta, le patate, che in ogni caso non potranno essere assunti per più di volte durante il corso della settimana. Si potrà anche mangiare del pane integrale (due fette al giorno) e anche del formaggio, ma al massimo quaranta grammi al giorno. Oltre a questi alimenti si potrà anche, per una volta al giorno, cibarsi di un solo frutto, che deve essere di medie dimensioni.

LA STABILIZZAZIONE – L’ultima fase, quella di stabilizzazione, è in sostanza il traguardo, l’arrivo alla meta di un lungo percorso. In questa fase si potrà mangiare quello che si vuole, tranne per un giorno alla settimana nel quale si adotta la strategia applicata nella fase di attacco.

Vantaggi e svantaggi della dieta Dukan

dieta dukan3

Quando si tratta di diete ovviamente vi sono i risvolti positivi e quelli negativi, se si desidera sintetizzare al massimo il concetto di dieta. Ma è fondamentale rammentare sempre che il perdere peso fa bene alla salute se si è obesi.

Infatti, con l’obesità si aumentano i rischi di soffrire di diabete, di ipertensione, come pure di essere soggetti ad un attacco di cuore o a un ictus. La dieta Dukan produce una perdita di peso notevole nei primi giorni.

Non per nulla l’iniziale fase di attacco, che dura tra i due e i dieci giorni a seconda di quanto peso si deve perdere, è perfettamente in grado di fornire una notevole perdita di peso rapida, dando, quindi, anche una valida motivazione e un notevole slancio.

Nella dieta Dukan, inoltre, non è previsto il conteggio delle calorie, rendendo pertanto il tutto decisamente più facile che non altre diete. Inoltre non è previsto alcun controllo sulle porzioni.
Di contro, vi sono alcuni aspetti che possono essere considerati negativi, in quanto una dieta ricca di proteine, come lo è la dieta Dukan, è in grado di produrre un certo numero di effetti collaterali. Infatti, seppure la perdita di peso di solito aiuta ad abbassare i livelli di colesterolo, a lungo termine se si è scelto di avvalersi come fonti proteiche prevalentemente cibi ad alto contenuto di colesterolo (come per esempio la carne rossa e le uova), i livelli di colesterolo possono pericolosamente aumentare.

Oltre a ciò una dieta ricca di proteine costituisce solamente uno dei molti fattori che possono portare a soffrire di gotta.
Un altro aspetto riguarda il problema della stitichezza. Infatti, cibarsi esclusivamente di sole proteine aumenta la probabilità di soffrire di questo problema. Lo stesso dottor Dukan riconobbe tale aspetto, e per ovviare a ciò suggerì di bere molta acqua e di mangiare crusca di avena.

0

Ti piace? Condividi l'articolo.

Nessun Commento

Agiungi il tuo


× tre = 18